ready9.png

I DITTONGHI

DELLO HIRAGANA

Otto Pennellino sinistra.png

Va bene, abbiamo digerito lo hiragana e abbiamo anche imparato a sonorizzarlo, fin qui ci siamo. Questo però non ci impedisce la creazione di suoni più complessi: unendo più sillabe oppure raddoppiando le consonanti, avremo nuove possibilità! Sì, il nostro amato esame JLPT N5 ci chiede anche questo.

 

⚠️Provate a scrivere NINJA o GEISHA in HIRAGANA. Fatto? Ahia, non possiamo ancora! È il caso di vedere tutto, ma sarà semplicissimo.

DITTONGHI

Questo è il nome di quella magica funzione che ci permette di FONDERE sillabe con altre sillabe o vocali. Prendiamo come esempio: 

 

PIANO

 

Se lo trascriviamo in hiragana così ぴあの, si leggerebbe PI-A-NO, che però non è il suono che vogliamo ottenere. Noi vogliamo PIA-NO.

Grazie ai dittonghi possiamo creare PYA-NO e trascriverlo ぴゃの! La stessa sorte tocca a ninja, che diventa NI-N-JA (にんじゃ)!

Come si fa? È facilissimo! Basta prendere una sillaba della riga delle い (KI, MI, NI, RI ecc) e appiccicarla con una della riga delle Y! Quest'ultima sillaba va scritta leggermente più piccola del normale. Ecco le combinazioni possibili:

​り り り

rya  ryu  ryo

 き き

 ぎ ぎ

​ひ ひ ひ

kya  kyu  kyo

gya  gyu  gyo

hya  hyu  hyo

 び び

 ぴ ぴ

​み み み

bya  byu  byo

pya  pyu  pyo

mya  myu  myo

Visto come è semplice? Esistono anche altre combinazioni e sono quelle con le sillabe SHI e CHI, che sono una piccola eccezione: non si trascrivono con la Y ma con l'H: SHA, SHU e SHO.

 

⚠️La versione sonorizzata di SHI invece diventerà JA, JU e JO.

cha  chu  cho

ja       ju      jo

 し し

 じ じ

​ち ち ち

sha  shu  sho

💪🏻PROVATE VOI! Piccolo esercizio, che ci sta sempre. Ditemi come si leggono le seguenti parole! Sforzatevi e fate bollire quelle meningi!

1)  にゃ

2) しゃしん

3) にんじゃ

4) ちゅうごく

5) りゅうがく

Il sillabario HIRAGANA è nato dall'esigenza di semplificare la lingua scritta. Infatti i giapponesi non si trovarono bene ad utilizzare solamente gli ideogrammi, ed inventarono lo HIRAGANA per semplificarsi la vita

CURIOSITÀ!

Otto Senpai.png

DOPPIE E LUNGHE

Ok, i dittonghi sono andati. Fiù. Adesso è il turno di doppie e lunghe, ma tranquilli, questa è davvero super semplice. Esistono parole che hanno doppie, un esempio è GAKKOU che significa SCUOLA

Per raddoppiare una consonante ci basterà piazzare un piccolo つ (TSU) prima della sillaba. Mi raccomando, va prima! In questo caso:

 

っこ

 

In questa parola abbiamo una doppia K, e per ottenerla mettiamo un piccolo prima di こ, facilissimo. Ma avete notato quel KOU? In realtà si legge KOO.

 

✅Sì, le vocali possono essere allungate: nel caso della O si aggiunge una U, come in GAKKOU (si legge GAKKOO) e nel caso della E si aggiunge una I (come in SENSEI, che si legge SENSEE). Per esempio:

sensei ni naritai

せんせい に なりたい

Pensavate peggio, no? Dai dai dai, una volta metabolizzato vi verrà naturale e tutte queste regole non ve le ricorderete neanche: andrete col pilota automatico!

PAROLE UTILI

Arrivati a questo punto significa che lo HIRAGANA non ha più segreti e potete sbizzarrirvi scrivendo qualunque cosa! Non scrivete zozzerie, però.

 

Ovviamente non ci facciamo mancare nulla e cogliamo questa lezione anche per continuare a infarcire sempre di più il nostro vocabolario richiesto per il JLPT N5: questa volta ci dedichiamo a parole che contengono dittonghi o doppie!

CON I DITTONGHI

🪆にんぎょう (NINGYOU)

bambola

🐣たんじょうび (TANJOU BI)

compleanno

📚としょかん (TOSHO KAN)

biblioteca

ゆうびんきょく (YUUBIN KYOKU)

ufficio postale

CON LE DOPPIE

👰🏻‍♀️けっこん (KEKKON)

matrimonio

👼🏻せいねんがっぴ (SEI NENGAPPI)

data di nascita

☕️きっさてん (KISSATEN)

caffetteria

🎓がっこう (GAKKOU)

scuola

Che fatica, signori. Ma ne varrà la pena, almeno così mi hanno detto. Bene, bene, benissimo. E ora daje con qualche esempio (che fa sempre bene) così ci vediamo sul campo le lunghe e le doppie!

 

✅ Come al solito, in questa fase non ci importa nulla del significato della frase. Approfittiamone per abituarci alla sonorità del giapponese e per fare esercizio di lettura, nè!

 kinou   ningyou wo   katta

​きのう、にんぎょう を かった

anata  no    tanjoubi     itsu

あなた の  たんじょうび 、  いつ?

Le bambole tipiche giapponesi si chiamano こけし KOKESHI, e la loro caratteristica è la mancanza di gambe e braccia. Pensate che in Russia sono state prese come modello per inventare la prima matrioska!

CURIOSITÀ!

Otto Senpai.png

DIALOGO

Eccoci qui con il dialogo finale, proviamo a inserire più parole possibile? Mettete play e sparatevi questa conversazione tutta d'un fiato! Sì, le frasi cominciano a diventare ricche e articolate,  ma vi ricordo che per ora non ci interessa capire il significato: ci stiamo solo concentrando sulla scrittura!

じゅにち: さくら さん!  ゆうびんきょく に いこう!

JUNICHI: Sakura-san! Andiamo all'ufficio postale!

さくら:  ごめん! たんじょうびだから  こうえん に いく!

SAKURA: Scusami! Siccome è il mio compleanno, vado al parco!​

じゅにち: わかった。あした に  する ?

JUNICHI: Ho capito. Facciamo domani?

さくら: うん、きっさてん で なにか を のもう!

SAKURA: Sì, beviamo qualcosa alla caffetteria!

Otto cuffie.png

✅Tosto eh? Ascoltatelo più volte finché sentite tutte le parole che conoscete! Anche se a dirla tutta un po' la capisco Sakura... che razza di invito è all'ufficio postale? Junichi, le basi!

RIPASSO

Wow, il capitolo hiragana l'abbiamo praticamente chiuso. Ce l'abbiamo fatta anche questa volta, siamo a fine lezione. Prima di affrontare il test, facciamo un bel ripassone di tutto! Cuffiettizzatevi, ci siamo.

Otto Leggino.png

TEST FINALE

È lui, è arrivato il TEST. Calma e sangue freddo, premete su "inizio" e sfogate tutte le vostre conoscenze metabolizzate finora. Abbiamo hiragana, sonorizzazioni, dittonghi, doppie e lunghe. Ecchecosè. Daje, forza con l'esame finale!

Testiamo

le tue

capacità!

.

Ricomincia lezione

Tutte le lezioni

Daje, la prossima