• Debora Visentin

Frutta e verdura giapponese

Aggiornato il: mar 20

Oggi scopriremo insieme la frutta e gli ortaggi usati abitualmente nella cucina giapponese che da noi sono "alieni", anche se molti li conoscerai già e sicuramente li avrai anche assaggiati ma non perdiamo tempo in chiacchiere (aaah, è proprio periodo di deliziose chiacchiere, da te come le chiamano?) IKUYO!


Wasabi fresco

WASABI


La radice del rafano giapponese che diventa una pasta super piccante tanto che viene spesso definita namida, ovvero lacrima.


La sua piccantezza però, al contrario del peperoncino che fa bruciare lingua e gola, attraversa il palato e sale su per il naso tanche che esiste l'onomatopea per descriverne la sensazione: tsuun.


Il wasabi viene usato come condimento in un sacco di ricette giapponesi, una su tutte il sushi. Lo so che la prima volta che l'hai assaggiato quasi ti veniva un infarto addentando quel nigiri! Ma non scoraggiarti, anche a me all'inizio sembrava impossibile farmelo piacere ma ora non posso farne a meno. Se poi conti che fa benissimo, è un anti batterico naturale e aiuta persino la digestione beh, non ti resta che Provarlo!

Renkon affettato

RENKON


La radice dei fiori di loto, dalla consistenza croccante e dal gusto fresco e delicato.


I giapponesi ne fanno un uso piuttosto variegato: fritto, sottaceto, crudo, marinato ecc. insomma è stra buono in qualsiasi modo lo si cucini!


Lo si trova quasi sempre nel tenpura ed è uno dei miei pezzi peferiti assieme al kabocha che si trova qui sotto.

Zucca Kawaii Lady

KABOCHA


Lo so cosa stai pensando:"ma questa è proprio una normalissima zucca!"


Sì è vero, ma più precisamente è una kabocha, una meravogliosa zucca giapponese dalla polpa dolcissima chiamata anche Mini Kawaii Lady, un nome una garanzia.


Abbiamo anche un'altra splendida zucca proveniente dal nord del Giappone: la zucca dell'Hokkaido che si contraddistingue per il suo sapore simile a quello delle castagne.


NASHI


Questo è un incrocio tra una mela e una pera, difatti ora che lo importano anche da noi viene chiamato melapera... sì lo so che siamo molto fantasiosi...


È un frutto super succoso e dolcissimo, dissentante e molto croccante. Essendo poi nativo dell'Asia e molto diffuso in Giappone e, a differenza delle classiche mele e di tutta la frutta esotica in generale, ha un prezzo estremamente basso, sui 100/150 yen a frutto ma ti assicuro che una nashi in giappone è gigantesca, arriva a pesare anche quasi mezzo chilo!

Non scherzo quando dico mezzo chilo...

DAIKON


Il ravanello giapponese, simile a una gigantesca carota bianca.


Il suo sapore delicato e quasi neutro lo rende così versatile che viene utilizzato in tantissime ricette, lo si può trovare come contorno a fette, grattugiato, marinato, sottaceto, fritto, essicato ecc.


Non solo la polpa ma anche le sue foglie sono commestibili e danno il loro meglio fritte, magari assieme a dei gamberoni in un bel tenpura... mamma mia!

EDAMAME


Questi sono i fagiolini di soia freschi, appena staccati dalla pianta come mamma li ha fatti.


Il baccello non è commestibile, si mangiano solo i fagiolini al suo interno; premendo delicatamente usciranno senza nessuna difficoltà.


Solitamente si gustano in modo semplicissimo: freddi o caldi e con una generosa spruzzata di sale et voilà, ecco pronti i vostri edamame tutti da sgranocchiare!

Patata viola tipica di Okinawa

BENI IMO


Questa è una patata dolce dalla bellissima polpa viola vivace, nativa dell'arcipelago di Okinawa.


Non sto neanche a dirti quali dolci sublimi ci facciano i giapponesi: torte, gelati, creme, frullati, cioccolata ecc.


Quando sarai in Giappone e troverai dei dolci dal colore viola fiondati a provarli, non te ne pentirai!


Questi erano alcuni degli ortaggi più tradizionali che si trovano nella cucina giapponese, ne conoscevi già qualcuno? Noi ci troviamo presto con un nuovo articolo, alla prossima!

Vuoi iniziare a studiare il giapponese ma non sai più dove sbattere la testa tra libri di testo, corsi online, video ecc? Niente paura! Ci abbiamo pensato noi creando lo STARTER KIT perfetto con tutto (e anche di più!) l’occorrente per iniziare a studiare il giapponese da zero. da autodidatta.

  • Lezioni smart, colorate e mai noiose

  • Spiegazioni chiare e semplici da memorizzare

  • Eserciziziario per mettersi alla prova

  • Dizionario di kanji completo per superare l’N5

Copyright 2017/2021 Davide Moscato. PARTITA IVA 01691020083       CHI SIAMO    |    TROVACI

PRIVACY POLICY   |   BLOG POLICY    |  COOKIE POLICY