• Debora Visentin

Gaijin, Il significato dietro la parola giapponese più discussa

Ti sarà capitato più volte di sentire questa parola, gaijin, associandola per lo più a qualcosa di negativo, fastidioso. Ebbene in questo articolo te ne svelo il significato, gli usi che se ne possono fare e perchè è vista così male dai non giapponesi, andiamo!

IL SIGNIFICATO LETTERALE


Prima di tutto bisogna conoscere il significato letterale di ciò che si vuole analizzare, quindi vediamolo insieme:


Gaijin 外人 contrazione di Gaikokujin 外国人 ovvero una persona che non ha la nazionalità di quel paese, ovvero "persona di fuori".

Quindi letteralmente: "Persona di un paese di fuori"

In italiano la parola che più gli si avvicina è forestiero.



COME MAI E' UN TERMINE COSI' DISCUSSO?


Il motivo è semplice, perchè è usato da alcuni giapponesi proprio in termine dispregiativo:


Baka gaijin - stupido straniero

Gaijin kusai - Odora di straniero


Sono espressioni molto pesanti e piuttosto brutte, è vero, ma ora arriva la parte bella: non sono la norma, vengono utilizzate raramente e, molto probabilmente, non le sentirai mai dal vivo in tutta la tua vita.


Essendo il Giappone un'isola ed essendo stato isolato dal resto del mondo per più di 200 anni viene facile capire quanto gli stranieri siano considerati fuori dal comune e per alcuni giapponesi anche bizzarri nei loro usi e costumi totalmente diversi dai loro.


Questo fatto crea un sacco di incomprensioni e ha portato noi stranieri a negativizzare la parola gaijin appena sentita pronunciare, quasi fosse una bestemmia, ma la realtà è ben diversa.

Gaijin San youkoso!

L'USO CORRETTO E CORTESE DI GAIJIN


Quindi ti starai chiedendo: "sì ma sto gaijin ce l'ha quindi o no un uso positivo!?"


Certamente! Quando un giapponese ti si rivolgerà chiamandoti Gaijin San, ecco che ti starà esprimendo profondo rispetto.


Questo perchè per i giapponesi è naturale chiamare le persone con il loro titolo piuttosto che per nome, cosa che avviene solo quando c'è una profonda e intima conoscenza tra di loro.


Signor benzinaio

Signora sarta

Signor pescivendolo

Signora commessa


Pensa che persino i genitori vengono chiamati con il suffisso, Okaa San, come se in italiano chiamassimo la mamma "signora mamma"!


Quindi, quando ti chiamano con il titolo di Gaijin San, ti stanno chiamando "signor straniero", rispettosamente. Non si oserebbero mai chiamarti per nome perchè semplicemente non è nella loro cultura.

Ora sai i diversi usi di Gaijin e hai scoperto che per la stragrande maggioranza delle volte il suo uso è più che positivo, spero di averti tolto un bel dente avvelenato con questo articolo!


Se hai ancora dubbi o domande a cui vuoi dare una risposta non esitare a scrivermi un commento.


Nel frattempo mi sento di consigliarti questo libro per approfondire aspetti della cultura giapponese visti da uno straniero, tra cui anche l'argomento Gaijin.


Clicca qui se vuoi dargli un'occhiatina.


Ci si vede in un prossimo articolo, alla prossima!






PER QUALSIASI INFO O DOMANDA: tivadigiappare@gmail.com

Copyright TI VA DI GIAPPARE? 2017/20 Tutti i diritti sono riservati   |  Davide Moscato P. IVA 01691020083   |   PRIVACY POLICY