• Fabrizio Mazza

5+1 modi per migliorare l'ascolto in giapponese

Aggiornato il: apr 29

Come riuscire a capire il giapponese parlato?

L'ascolto di una lingua è sicuramente una delle parti più difficili da migliorare.

Ragazza con le cuffie

Un testo lo possiamo tradurre lentamente, rileggendo più volte le frasi e cercando le parole che non conosciamo, ma tutto questo non può succedere durante un dialogo parlato, che fregatura! Mannaggia.


Quando ho iniziato lo studio della lingua, mi ero accorto che nei dialoghi riuscivo a capire qualche parola e qualche piccolissima frase che prima neanche sentivo, mi ero stupito.

Pensavo che continuando a imparare nuovi vocaboli e un po' di grammatica, avrei continuato a migliorare in maniera passiva anche l'ascolto... d'altronde si trattava solo di sentire a voce delle parole che già conoscevo, no?


No. Infatti dopo un anno mi sono ritrovato allo stesso identico livello di prima: capivo solo qualche parola sparsa qua e là, ma non capivo neanche il contesto generale. Sicuramente è capitato anche a te: provare ad ascoltare qualcosa in lingua ma non riuscire a comprenderlo. Tadan! Ho indovinato?


Niente paura, adesso ti spiego i 6 metodi che ho provato, che uso tutt'ora e che secondo me sono i metodi migliori per affinare la capacità di ascolto.


| L'ASCOLTO PASSIVO SERVE

Giochi, app, PC

Prima cosa: diffida da chi ti dice che ascoltare dialoghi in giapponese per 36 ore al giorno, ti permetterà di impararlo per magia, perché altrimenti parleremmo un sacco di lingue e invece sappiamo a malapena l'italiano.


Tuttavia, l'ascolto passivo è utile per mantenere allenata la tua capacità di ascolto.


Ci sono tanti modi per farlo, ascolta musica in giapponese, se giochi imposta i dialoghi dei videogiochi in giapponese, metti dei podcast mentre fai tutt'altro, guarda dei video...


tutto quel che vuoi, purché parlino in giappo! Il tuo cervello si sforzerà in automatico di captare vocaboli e questo aiuterà a mantenerlo allenato.


| ASCOLTO ATTIVO

Smartphone

Questo tipo di ascolto è assolutamente fondamentale se vogliamo capire un film o parlare con qualcuno.


Se stai iniziando, puoi cercare programmi e anime per bambini giapponesi, siccome usano una grammatica abbastanza semplice e soprattutto parlano lentamente, usando pochi vocaboli per volta. È l'approccio migliore!


Mano a mano che ti abitui e aumenti anche la quantità di vocaboli e grammatica che conosci, una possibilità è quella di cercare su YouTube i dialoghi per il JLPT, in particolare dall'N5 all'N4.


Questo metodo però non può funzionare a lungo perché non c'è molta varietà e i dialoghi sono abbastanza limitati. Per questo ti consiglio di usare del materiale specifico che trovi su Amazon, in particolare:


MINNA NO NIHONGO 1. La versione con CD fa davvero la differenza.

Ti stupirai di quanti miglioramenti avrai, credimi!

Senza paura, dagli un'occhiata.


Se sei ad un livello almeno N4- N3, in aggiunta al libro precedente ti segnalo anche un sito che può esserti d'aiuto, si chiama News in Slow Japanese, ci sono un bel po' di notizie sia scritte che orali, che puoi provare ad ascoltare.




| PARLA DA SOLO

Parlare con sé stessi

Parla da solo. Parlare in giapponese permette al cervello di sviluppare e velocizzare la capacità di ascolto e anche quella di pensare concetti più velocemente, utile quando sarai tu a dover parlare. All'inizio ti ci vorrà molto, ma è normale.


Impara a pensare direttamente in giapponese, così salterai lo step di "traduzione" che ti porta via tantissimo tempo. Per esercitarti non hai bisogno di avere una persona madrelingua se stai iniziando ora:


durante l'arco della giornata parla da solo in giapponese, tira fuori qualche piccola considerazione a voce alta, prova a dire i nomi in giapponese degli oggetti che hai intorno, traduci i prezzi quando vai a fare la spesa, piccoli dialoghi che senti nei film. Tutte queste piccole cose ti faranno fare grossi miglioramenti se unite all'ascolto attivo!


| IMPARA COSTANTEMENTE NUOVI VOCABOLI E NUOVA GRAMMATICA

Non smettere di imparare. Se non conosci le parole e le forme grammaticali è impossibile capire con certezza un dialogo e le sfumature che si vogliono dare alle frasi.


Per questo scopo sono nati i nostri libri. che ti spiega nella maniera più chiara e semplice possibile le varie costruzioni grammaticali che sentirai nei dialoghi. Tra l'altro, sempre nel libro ci sono dei link che portano a piccole prove di ascolto su YouTube, visibili esclusivamente a chi lo acquista!


Senza contare che è presente anche un vocabolario finale che riassume tutte le parole usate nel corso del libro. Come sempre, ti sarà sufficiente cliccare sulla foto.






| LO SHADOWING SERVE

Ombra

Questo metodo consiste nell'ascoltare una frase e ripeterla ad alta voce, nella maniera più fedele possibile.


Questo aiuta sia a elaborare ciò che viene detto e assimilarlo, sia per migliorare la propria pronuncia.


Provalo: ascolta la stessa frase un po' di volte finché non riesci a ripeterla tutta per intero, dopodiché continua a ripetertela un po' di volte. Vale sempre il consiglio che ti ho dato prima:

AD ALTA VOCE!

Se anziché a voce lo fai mentalmente,

perdi completamente i benefici che ti può portare questo esercizio.

Mi raccomando: Non barare, ti osservo.






| BONUS: PARLARE CON UN MADRELINGUA

"E dove lo trovo?" ti starai chiedendo... qui. Letteralmente.


Ebbene sì, abbiamo anche questo tipo di servizio su Ti va di giappare?, puoi prenotare una lezione con Ai-Sensei, una madre lingua che parla benissimo l'italiano e che fa parte della nostra squadra.


Per un'intera ora si dedicherà completamente a te e al tuo livello.


Non avere paura di bloccarti o non riuscirci, finché non provi non riuscirai mai!

Ti aiuterà a formare le frasi, ti insegnerà un sacco di parole nuove e ti racconterà anche qualcosa di semplice, in modo da farti abituare ai suoni della lingua!


| CONSIDERAZIONI FINALI

Questi erano i miei 5+1 che uso personalmente.

A dirla tutta ne ho provati molti di più, ma alcuni si sono rivelati soltanto una perdita di tempo, per cui ho voluto scriverti unicamente quelli che mi hanno permesso di fare progressi concreti.


A tutto questo va unita la costanza, perché è inutile fare tutto questo per un mese e poi lasciar perdere per 6 mesi. Anche solo poco al giorno, ma va fatto. Mi raccomando! Continuo a osservarti.


E tu? Conoscevi già questi metodi o ti sono nuovi? Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti, ci sentiamo qui sotto!

Copyright TI VA DI GIAPPARE? 2017/20 Tutti i diritti sono riservati   |  Davide Moscato P. IVA 01691020083   |   PRIVACY POLICY