Come si legge il giapponese?

Aggiornato il: apr 29

Guardare un anime, un film e fare un viaggio in Giappone: cosa hanno in comune queste tre cose? A parte il Giappone, ovviamente.


Non importa che tu sia un leone o una gazzella, un armadillo o un pavone, in ognuna di queste cose prima o poi ti scontrerai con quelle strane scritte incomprensibili.


Quanti ideogrammi ci sono? Come si leggono i kanji? È difficile imparare a leggere il giapponese? Prendi carta e penna, adesso vediamo tutto.

Strada di Tokyo

Ad una prima occhiata possono sembrare molto incasinate ma non farti ingannare.

Ti assicuro che non sono dei mostri e che imparare a leggerli è assolutamente possibile.


| L'ALFABETO GIAPPONESE

La prima cosa che devi sapere è questa: hanno ben 3 metodi di scrittura, cioè 3 "alfabeti" (dopo ti spiego il perché delle virgolette) diversi... Sono dei pazzi, ma non così tanto se pensiamo che pure noi ne abbiamo altrettanti: MAIUSCOLO, minuscolo e corsivo (che non posso fare, ma fai finta che io l'abbia fatto). Non ci avevi pensato, vero? Nemmeno io.


In giapponese però hanno compiti ben specifici e spesso capita di vederli tutti e tre all'interno di una stessa frase. Ti faccio un esempio, ma non spaventarti:


このニュースいた本当にかっこいですね


Ehi, ti avevo detto di non spaventarti! So che non hai ancora la capacità di leggerli, per questo ho usato 3 colori per distinguere proprio i 3 metodi che ti dicevo prima.


Come puoi vedere, si alternano continuamente. Si chiamano: HIRAGANA, KATAKANA e KANJI.


Vediamoli meglio:


| COS'È LO HIRAGANA

Questo metodo di scrittura è un SILLABARIO e si chiama HIRAGANA. A parte le vocali e la N (unica eccezione), non troveremo lettere sciolte come le nostre, ad esempio "M, F, S" ma avremo le SILLABE intere, quindi troviamo ad esempio "MA, BE, SO".


Ce ne sono in tutto 48! Adesso prova a guardare la frase che ho scritto sopra, osserva come i simboletti di questo colore siano più tondeggianti rispetto a tutti gli altri, rispetto a quelli viola sono più semplici e rispetto a quelli gialli sono più morbidi.


Lo hiragana serve per la grammatica e in alcuni casi, a scrivere alcuni ideogrammi che risultano particolarmente complessi o poco usati.

Cartello

| COS'È IL KATAKANA

Anche questo è un SILLABARIO, composto anche lui da 48 simboli (gli stessi dello hiragana).

Rispetto agli altri ha un utilizzo un po' più ristretto, quindi non lo troveremo per forza in tutte le frasi.


Nonostante questo è fondamentale anche lui: il KATAKANA serve a scrivere le parole di origine straniera. Per farti un esempIo: parole come PASTA, PIZZA, HAMBURGER derivano da paesi fuori dal Giappone, di conseguenza verranno scritti usando proprio questo sillabario.


Anche i nomi stranieri vengono scritti in KATAKANA, per cui non aspettatevi un unico ideogramma quando chiedete il vostro nome! Mirrraccomando.


Ristorante di pollo

Prima di vedere il prossimo tipo di scrittura, ti faccio vedere due pagine del nostro manuale "Ti va di giappare?" dove puoi vedere come sono i sillabari e confrontarli, eccoli qua:



| COSA SONO I KANJI

Loro sono i più complessi e paurosi, i KANJI sono i famosi ideogrammi.


Loro non sono sillabe ma vere e proprie parole. Sono loro la vera difficoltà nell'apprendimento della lettura, vale anche per i giapponesi stessi! Infatti hanno inventato degli escamotage per riuscire a "tirare avanti" anche non conoscendoli tutti, non temere perché tra poco li vediamo, così puoi smettere di avere l'ansia.


In tutto sono qualche decina di migliaia. Per fortuna, non servirà MAI conoscerli tutti. TI basta sapere che per prendere il certificato di livello più alto e valido a livello internazionale (il JLPT) servono circa 2100 kanji e che i giapponesi stessi li imparano dopo tanti anni di scuola.

Pittura di alcuni kanji

Ogni kanji ha solitamente almeno due letture diverse, una di origine cinese e l'altra giapponese.


Generalmente, quella giapponese la useremo quando il kanji è da solo, mentre quella cinese la useremo quando è accompagnato da un altro kanji. Un esempio è , che significa acqua e può essere letto MIZU oppure SUI.


Come ti ho anticipato prima, anche i giapponesi usano degli escamotage:

sopra ai kanji più complessi o meno usati, scrivono la loro pronuncia usando l'hiragana!

Furbetti, eh?


| È DIFFICILE IMPARARE A LEGGERE?

No. A primo impatto potrebbe sembrare impossibile, ma ti assicuro che si tratta solo di costanza e abitudine. Hiragana e Katakana si imparano in poche settimane e sono fondamentali per studiare la lingua.


I kanji li imparerai poco per volta, e vedrai che quando inizierai a riconoscerli proverai una soddisfazione immensa!


Psst. Un'ultima cosa. Siccome non ci facciamo mancare nulla, abbiamo un manuale dedicato ai kanji.


Si chiama TI VA DI KANJARE? e lo trovi qua, su Amazon. Ti avvicinerai a loro con un metodo efficace e partendo dai più semplici, per rompere il ghiaccio e avere sempre più padronanza.


Copyright TI VA DI GIAPPARE? 2017/2020 Tutti i diritti sono riservati   |  Davide Moscato P. IVA 01691020083   |   PRIVACY POLICY